Come toelettare un barboncino

Se consideriamo che il Barboncino è una delle razze più gettonate per la compagnia domestica, ci sono buone notizie per chi non ama spendere tempo e soldi in una toelettatura professionale visto che lo si può fare autonomamente e comodamente a casa non dimenticando però di seguire alcuni accorgimenti semplici ma importanti.

Innanzitutto se ci sono dei nodi è bene districarli prima del bagno spazzolando nel verso del pelo con un’apposita spazzola per cani. Si procede poi con il bagno usando uno shampoo specifico visto che è importante rispettare il pH della pelle che come ben sappiamo è differente da quello degli uomini.

Per primo il pelo del cane va bagnato con acqua tiepida e poi strofinato con una buona quantità di shampoo. Per far questo potrebbe essere pratico usare una bacinella invece che la vasca da bagno. Non è necessario esagerare con la quantità d’acqua ma deve essere comunque abbastanza per poter bagnare ogni parte interessata.

E’ raccomandabile non lavare la testa in quanto l’acqua potrebbe finire nelle orecchie e lo shampoo potrebbe irritare gli occhi; in alternativa si possono usare salviette umide o shampoo. Se invece si opta per il lavaggio di tutto il corpo è bene prestare la massima attenzione al risciacquo di queste parti più delicate.

Dopo aver lasciato agire il prodotto per qualche minuto si deve sciacquare con acqua abbondante per evitare che lo shampoo rimanga nel pelo e causi irritazione durante l’asciugatura col phon. E’ consigliabile frizionare con un asciugamano prima di usare il phon.

Durante l’asciugatura è bene spazzolare il barboncino utilizzando una spazzola con denti di acciaio e punte arrotondate, che districa il pelo ma non lo spezza e nello stesso tempo massaggia la cute. E’ indispensabile applicare dopo il bagno una fialetta antiparassitaria per evitare l’attacco di zecche e pulci.

E’ bene ricordare che se il barboncino è un cucciolo si deve procedere con la massima delicatezza e cautela in modo che il momento della toelettatura non diventi un trauma per il nostro amico a quattro zampe. E’ consigliabile lavare il cane ogni 20/30 giorni.

ALCUNE DRITTE SULLA TOELETTATURA FAI DA TE DEL CANE

Innanzitutto occorre premunirsi di un tosatore o rasoio elettrico apposito per animali. Può essere saggio farsi aiutare da qualcuno oppure legare il cane per evitare che il nostro amico si spaventi e ci faccia commettere qualche errore o addirittura che possiamo fargli del male. Il pelo va tagliato nel senso della crescita ed è consigliabile partire dalle zone più sensibili per poi arrivare a quelle più semplici così se il cane dovesse spazientirsi il grosso del lavoro è già fatto. Dopo la tosatura con le forbici possiamo procedere in maniera più delicata e dettagliata vicino agli occhi e sulle zampe, sul muso e vicino alle orecchie.

Toalettatura barboncino nano professionale

Di seguito alcune delle toelettature più comuni per i barboncini,

A Leoncino

Il cane viene rasato lasciando coperta la parte superiore del corpo quasi come fosse un elegante pellicciotto, ed un pompon alla fine delle zampe e sulla coda. Anche la testa viene lasciata pelosa. A dispetto del risultato elegante che questa tosatura da, questa procedura è legata all’uso originario che veniva fatto di questa specie, e cioè la caccia alle anatre in terreni acquitrinosi.

All’inglese

Molto simile al taglio a leoncino ma i “pompon” nelle zampe posteriori sono due e la zona pelvica si lascia pelosa come il torace

Taglio moderno

E’ un taglio che risulta naturale ma molto curato e segue in maniera lineare le forme del cane con effetto “morbidezza”.

Taglio puppy

E’un taglio molto usato per il barboncino nano o toy proprio perché lo fa apparire come un piccolo batuffolo di pelo arruffato così da sembrare sempre un cucciolo.

Taglio delle unghie e pulizia dei denti

Una toelettatura del cane completa, che sia professionale o casalinga, prevede inoltre un’attenzione particolare al taglio dei peli intorno alle orecchie per evitare che entrando dentro e restando bagnato possa a causa dell’umidità provocare dei funghi o altri tipi di infezioni e infine il taglio delle unghie con tronchesine o forbici apposite. Nel far questo è importante ricordare di tagliare soltanto 2-4 mm per non arrivare ai vasi sanguigni e ai centri nervosi.
Per ultimo, non per importanza, ricordiamo la pulizia dei denti da effettuare con appositi spazzolini e dentifrici o strumenti in gomma da infilare con le dita direttamente nella bocca del cane.
In conclusione possiamo dire che nonostante il barboncino non necessiti di cure esageratamente scrupolose per quel che riguarda la toelettatura, ha comunque bisogno di tutte le dovute attenzioni. E’ un cane che regala tanto affetto, e potete farci un pensierino se state cercando un po’ di compagnia o pensando di fare una sorpresa a qualche persona cara.