tosatura barboncino

Tosatura barboncino

In questa pagina parliamo della tosatura del barboncino toy, Se ti chiedi come tosare un barboncino è perché sicuramente ami il tuo dolce animale da compagnia e vuoi prendertene cura di persona ma potresti aver deciso di avventurarti in un’operazione che in apparenza potrebbe sembrare più semplice.

Sì perché a differenza di altre razze, il pelo riccio e morbido tipico del barboncino potrebbe rivelarsi una sfida e prestarsi a un taglio sproporzionato, per non parlare di incidente antiestetico. Quindi chiaramente indirizzarsi a un esperto del settore è l’opzione migliore e più sicura.

Ma se sei determinato, paziente, hai gli strumenti che ti permettono di farlo in sicurezza e nulla ti smuove dalla tua decisione di procedere personalmente con la tosatura del barboncino in casa, prova a seguire i consigli che troverai qui di seguito per una tosatura di successo, che renda giustizia al senso estetico e soprattutto contribuisca alla salute e all’igiene del tuo amico a quattro zampe.

Tosatura barboncino: quando farla

Innanzitutto è importante capire quando tosare un barboncino, sia in relazione alla frequenza periodica che al momento ideale perché il cane possa essere più tranquillo e collaborare per la buona riuscita della toelettatura e tosatura. Importante è ricordare che, in relazione alla toelettatura precedente al taglio, i veterinari indicano di aspettare che il barboncino abbia compiuto tre mesi e concluso le vaccinazioni dovute per poter fare il primo bagno.

Dopodiché la frequenza di lavaggio può essere mensile, tempistica che riflette la cura e la protezione nei confronti della pelle del cane, spesso soggetta a infezioni e virus, se lavata spesso. Anche per quanto riguarda la prima “spuntatura” del pelo del barboncino, tenendo conto che il manto cambierà e si stabilizzerà verso i sei mesi, puoi praticarla tranquillamente dopo i suoi primi tre mesi di vita.

La frequenza della tosatura del tuo barboncino, invece, chiaramente è molto influenzata dal tipo di taglio scelto. Ma, come indicazione generale, è ogni circa quaranta giorni. Dato il carattere inquieto del barboncino, è di fondamentale importanza che tu scelga il momento migliore per tosarlo in sicurezza. Questo comporta assicurarsi che il cane non sia stato esposto a fonti di stress nell’immediato come eventuali vaccinazioni, incontri ravvicinati con cani di taglia maggiore o altro.

Potresti scegliere per esempio di procedere al taglio del pelo dopo che il barboncino abbia giocato o passeggiato e quindi sia stanco ma allo stesso tempo disteso.

Tosatura barboncino fai da te

Dopo aver effettuato il lavaggio e asciugato delicatamente il tuo barboncino con un asciugamano, pettina dolcemente il pelo in modo che i nodi si districhino e prepara la tua zona di lavoro.

Questo potrebbe significare usare un tappetino di gomma, ruvido ma comodo, che impedisca al cane e a te stesso di scivolare, e sicuramente mettere il guinzaglio al barboncino. Tutto questo per evitare movimenti improvvisi del cane che lo mettano a rischio, avendo tu le forbici in mano. Attrezzati di rasoio elettrico e di giuste forbici, come ti spiegherò in seguito.

Ora è arrivato il momento di capire come effettuare la tosatura del barboncino fai da te o in casa, quindi da quale parte del corpo partire e quale taglio eseguire. Non essendo un esperto nell’eseguire tagli di tendenza per barboncini come il simpatico “Puppy-clip”, il regale “Leone scandinavo” o il dolce “Teddy Bear”, chiaramente in casa ti limiterai solo ad accorciare il pelo facendo un taglio lineare.

Potresti decidere semplicemente di iniziare ad accorciare il pelo con il rasoio elettrico partendo dalla testa e dalla schiena per poi continuare con il petto, la pancia e le zampe, sempre seguendo il senso del pelo. Cosa importante, durante la tosatura, non trascurare di fare delle brevi interruzioni per rassicurare il tuo barboncino e premiarlo.

Tosatura barboncino nano: il muso

Dopo aver accorciato il pelo con il rasoio elettrico, sempre senza esagerare potresti lavorare con le forbici per fare dei ritocchi e perfezionare il taglio del muso del barboncino, delle orecchie, della coda e delle zampe, accertandoti che la lunghezza del pelo sia uniforme.

Potresti scegliere di rasare il muso o di lasciare il pelo più lungo ma presta molta attenzione. Essendo una zona delicata e in prossimità degli occhi, procedi solo se il barboncino è ben fermo e tranquillo. Accertati di accorciare accuratamente il pelo anche nella zona genitale, sempre senza eccedere e fai particolarmente attenzione al taglio del pelo presente sulla pancia dato che la pelle di quest’area è ancora più fine e morbida.

Quali forbici usare

A proposito di quali forbici usare per toelettatura cani, procurane due paia. Un paio con punte arrotondate e lama dentellata, fondamentali per sfoltire. Un altro paio con punte più affilate, più precise e per definire il taglio. Accertati ad ogni modo che le forbici non siano troppo grandi. Usa una misura media per evitare di spaventare e far agitare inutilmente il barboncino e nell’usarle cerca di orientare la punte mai verso la pelle ma sempre verso l’alto.